Moda

Une Histoire de Luxe

Sospensione. Tra negazione e possibilità. Tra bellezza e turpitudine. Tra poesia e disincanto. Ne Il Paese delle Spose Infelici, un territorio “violato”, come lo definisce il regista Pippo Mezzapesa, è capace di influenzare la narrazione ed i personaggi al punto tale da poter essere considerato anch’esso un protagonista della storia. Selvaggio come Zazà, ingenuo come Veleno, affascinante e doloroso come Annalisa.

La difficoltà ad instaurare dei rapporti si rispecchia visivamente in una provincia del tarantino, Massafra, in bilico tra la bellezza dei paesaggi naturali e il degrado di una periferia lasciata nel totale oblio.

Annalisa è una “Madonna randagia“, come l’ha definita Mario Desiati, autore dell’omonimo libro da cui il film è tratto. Una Madonna, dolce e feroce allo stesso tempo, che “cade” all’improvviso nelle vite di Veleno e Zazà. Il volo dal tetto di una chiesa con cui è introdotto il suo personaggio, la…

View original post 530 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...