Smoking Girls

Beauty, Cinema

Claudia Cardinale by Pierluigi Praturlon Brigitte Bardot Brigitte Bardot Eva Green in The Dreamers Greta Garbo in Mata Hari Jane Birkin e Serge Gainsburg jane birkin1 Jeanne Moreau Marlene Dietrich Monica Bellucci Monica Vitti

Annunci

Il 2014 di Zelda

Cinema

Un nuovo anno che arriva è sempre l’occasione per esprimere nuovi desideri, per valutare cosa è andato storto e cercare di fare sempre meglio.

Non chiedo nulla di particolarmente nuovo al 2014, a parte che il buono che sto seminando porti i suoi frutti. Tutto quello che voglio fare invece lo esprimo qui, attraverso alcuni estratti dai miei film preferiti.

Buon anno a tutti voi!

Zelda

Emozionarmi continuamente

Rivedere Parigi

Visitare Tokyo

Danzare

 

 

 

La Febbre di Zelda

Cinema, Events

È stato un tuffo negli psichedelici anni Settanta, gli anni della brillantina nei capelli e dei pantaloni a zampa di elefante, della disco music e dell’adrenalina sulla pista da ballo. Ma anche gli anni del malessere di una gioventù senza prospettive se non quella del ballo come trampolino di lancio e di evasione, il razzismo e la violenza tra le bande, problemi più che mai attuali. Questa è stata la Night Fever brillante e coinvolgente in scena al Teatro Nazionale di Milano e per la prima volta in Italia in una versione inedita.

Sono passati trentasei anni dall’uscita nelle sale cinematografiche del film Saturday Night Fever diretto dal regista John Badham, con John Travolta e Karen Lynn Gorney, ed il mito di Tony Manero resta intramontabile. Ad interpretarlo ora sul palco del Teatro Nazionale è un bravissimo Gabrio Gentilini che insieme a Marina Maniglio nel ruolo di Stephanie Mangano intrattengono il pubblico per due ore di fila con la loro carica emozionale in un’atmosfera di festa resa ancora più di impatto dalla suggestiva scenografia che  riproduce la Manhattan di fine anni Settanta, caratterizzata da cambi di scena rapidi e inaspettati, oltre ad una grande orchestra che suona rigorosamente dal vivo.

È forte la tentazione di salire sul palco a ballare con i protagonisti al ritmo di You should be dancing e la mitica Stayin’ Alive, colonne sonore che hanno segnato la storia della disco music, come anche Disco Inferno, brano che nel 1979 aggiudicò alla band The Trammps un Grammy Award, interpretato sul palco in modo davvero irresistibile da Filippo Strocchi – Dj Monti.

Sembra che Gabrio Gentilini sia l’unico personaggio in scena ad avere dei costumi simili a quelli di John Travolta nel film. Gli altri artisti sfoggiano invece un look più moderno con pezzi recuperati in mercatini vintage di tutta Europa. La Febbre del Sabato Sera porta la firma della regista Carline Brouwer, l’adattamento di testo e liriche in italiano sono a cura di Franco Travaglio.

Lasciatevi travolgere dal musical dell’anno nella 2001 Odyssey di Tony Manero e Stephanie Mangano e non perdetevi su vente-privee.com l’opportunità di acquistare i biglietti di tutte le categorie (prima fila, platea e galleria) a condizioni eccezionali. La vendita evento de La Febbre del Sabato Sera durerà solo fino al 27 novembre, mentre lo spettacolo sarà replicato fino al 27 gennaio 2013. Fate presto, la “febbre” del sabato sera non può aspettare! 🙂

Midnight in Paris

Cinema, Moda

Un’atmosfera d’altri tempi per un film segnato dall’umorismo “surreale” di Woody Allen. Colto e raffinato, un romantico viaggio nella Ville Lumière a cavallo tra la Belle Époque e i giorni nostri, tra spiriti ruggenti e aspirazioni letterarie.

Una città che incanta di notte, dove la magia svanisce alla prima luce del giorno.

Nessuno è felice per dove si trova. (Antoine de Saint-Exupéry)

Midnight in Paris è un sogno ad occhi aperti per sfuggire il presente. Il futuro è sempre incerto. E lo sguardo si rivolge nostalgico al passato ormai perduto. Ogni epoca storica ha il suo passato glorioso. Affannarsi nel cercare nuovi luoghi in cui ricominciare a vivere per  sfuggire la banalità del presente non è la soluzione per raggiungere la felicità.

La speranza è la risposta alla malinconia.

Odio la realtà. Nei miei film c’è sempre qualcosa che idealizza la vita o la fantasia contro ciò che è spiacevolmente reale. Purtroppo il solo posto dove si può mangiare una buona bistecca è la realtà.(Woody Allen)

Zelda Fitzgerald. Come non notare la musa ispiratrice del mio nome? Mancava solo Henri-Pierre Roché...

Marion Cotillard interpreta Adriana, l'amante di Picasso, in "Midnight in Paris"

Dreaming 1920s. Gli abiti indossati da Marion Cotillard sono incantevoli. "Adriana è romantica, idealista, femminile ed è una sognatrice. È una musa delicata per artisti ed intellettuali degli anni Venti", afferma Sonia Grande, costumista del film.

Adriana e Gil in "Midnight in Paris"